ANTI-ANTI B magnesio

PULISCE - SANA - RAVVIA

Dopo l'uso prolungato di antibiotici, sostanze ormonali, antidolorifici, psicofarmaci, oppure farmaci dopo gli interventi del tratto intestinale o la chemioterapia, si crea nell' intestino l' infiammazione della mucosa e il dissesto della flora microbiotica. Tutto questo causa lo stato cosiddetto di: "Disbiosa dell' intestino" che colpisce l' intestino crasso e la parte del intestino tenue. E da sola non si guarisce mai.

Se non diagnosticata potrebbe danneggiare l'organismo per decine di anni. La "Disbiosa dell' intestino" influenza l'immunità perché l'infiammazione colpisce i distretti degli organismi immunologici. Perciò di conseguenza abbassa la difesa immunitaria. Lo sviluppo delle allergie infrange l'assimilazione dei minerali e vitamine,i quali non possono passare dalla mucosa aggredita nel corpo. La conseguenza sarà la loro mancanza nell'organismo, la riproduzione delle muffe e dei microorganismi dannosi. 
Questi possono infiltrarsi negli altri organi come:

  • Tratto ginecologico

  • Vescica

  • Polmoni e vie respiratorie

  • Sistema linfatico

  • Nella cute

Nell' età moderna il più frequente problema sanitario é la disfunzione immunitaria, che causa insufficienza contro i microrganismi oppure la reazione esagerata, l'allergia. Negli istituti medici è stato scoperto,che la manifestazione più importante di queste disfunzioni e la tossicità nell'intestino, insieme a catarro della mucosa intestinale, crea la Disbiosi intestinale

L'ambiente del nostro intestino è analogo al biosistema nella natura e valgono per lui le stesse leggi dell'equilibrio ecologico.

 

La Disbiosi intestinale influenza:

la nascita delle sostanze tossiche. Le tossine per esempio erodono le pareti delle vene, possono arrivare nel latte materno oppure nel sistema nervoso centrale.

Le sostanza velenose,che si diffondono con il sistema linfatico e sanguigno in tutto il corpo causano nervosismo, stanchezza, insonnia, mancanza di concentrazione, problemi renali, mal di testa, problemi di fegato,diarree oppure al contrario stitichezza.

 

ANTI ANTI B è il prodotto naturale, che non ha nessun effetto negativo sull'organismo. E' il risultato di una ricerca pluriennale.

ANTI ANTI B è adatto anche per i bambini dai tre anni e per le donne in stato della gravidanza.

 

Per i pazienti con reni o fegato malati si consiglia di consumare dopo i pasti.

Si usa soprattutto come

Preparato rivitalizzante per rimediare le conseguenze delle cure antibiotiche.

 

Nelle cure della disfunzione immunitaria, cioè:

  • Allergie

  • Sindrome da stanchezza

  • Infiammazione ginecologica

  • Infiammazione uretere

  • Eczemi

  • Acne

  • Infezioni croniche

  • Preparato preventivo della simbiosi mirata nel'intestino

  • Per ristabilire la flora intestinale oppure dopo ogni cura di antibiotici